IL BIANCO E IL ROSSO di Emanuele Porcelluzzi

IL SINDACO PASQUALE CASCELLA, PALADINO DELLA LEGALITA’, CONTESTA LA CHIUSURA DELLA SEZIONE DISTACCATA DI BARLETTA

1 agosto 2013 · Nessun commento

Cascella ha tutti i buoni motivi per non voler subìre, nel suo territorio, l’ abbassamento della funzionalità e dell’efficienza della giustizia, utile e necessaria per lo sviluppo economico  e sociale dell’area  di competenza. Le legittime preoccupazioni del Sindaco barlettano sono sorte, durante il suo intervento alla riunione della Commissione di manutenzione degli uffici giudiziari presso la Presidenza del Tribunale di Trani, convocata con un ordine del giorno che, al primo punto, indica l’accorpamento dell’ex sezione distaccata di Barletta. Comunque sono emerse difficoltà nelle procedure di accorpamento, tanto da suscitare, nel primo cittadino, seri dubbi circa il pieno svolgimento delle funzioni giudiziarie, assolte, sino ad oggi, con efficacia dalla sede distaccata, a Barletta, del Tribunale di Trani. Il Sindaco Cascella chiede, nel corso della riunione, che tutte le Istituzioni responsabili si pronuncino sulla delibera approvata, l’11 aprile 2013, dal Commissario Prefettizio di Barletta, a seguito di una circolare ministeriale del 15 marzo 2013. Il Sindaco manifesta, con profonda convinzione, la sua volontà e quella dell’Amministrazione comunale di porre in essere tutti gli atti necessari per il prosieguo delle attività giurisdizionali della Sezione distaccata del Tribunale di Trani, per rispondere alle istanze di giustizia dei cittadini, appartenenti al territorio, rispettando i criteri di razionalizzazione e dei principi di riduzione della spesa. Si corre il rischio, tra l’altro, di spendere di più anziché risparmiare, di allungare i tempi del complesso contenzioso penale e civile invece di accelerarli. E’ difficile comprendere come, di fronte alla difficoltà di assicurare subito la continuità delle attività in nuovi edifici del Tribunale di Trani, si accantonino, per interpretazioni formaliste della legge, le garanzie che Barletta offre per il funzionamento  della giustizia in strutture già agibili e per di più idonee. Pasquale Cascella tiene a sottolineare che non sussistono arroccamenti campanilistici o, peggio, ostruzionistici.

Emanuele Porcelluzzi

Categorie: Attualità · Cultura · Politica · Senza categoria

% commenti sino ad ora ↓

  • Non vi sono commenti sino a questo momento...Dai il via compilando il modulo sottostante.

Devi essere autenticato per inviare un commento.

Bad Behavior has blocked 515 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok